giovedì 8 marzo 2012

yogurt homemade senza yogurtiera


Questo semplicissimo procedimento permette di ottenere uno yogurt dolce, denso e cremoso, anche se non si possiede una yogurtiera e senza bisogno di procurarsi i fermenti lattici. Bastano un litro di latte e un vasetto di yogurt naturale. Io utilizzo del latte fresco intero e dello yogurt greco, ma nulla vi vieta di sperimentare.



 Bisogna solo tenere presente che il vostro yogurt avra' piu' o meno le stesse caratteristiche di quello che utilizzerete per avviare la fermentazione. Lo yogurt deve essere a temperatura ambiente al momento di unirlo al latte, quindi ricordatevi di tirarlo fuori dal frigo qualche ora prima di cominciare. Utilizzate utensili di acciaio e fate attenzione a non leccare il cucchiaio! I batteri della nostra bocca, possono compromettere il risultato finale. Utilizzate vasetti pulitissimi e asciutti, ma non c'e' bisogno che siano sterilizzati: lo yogurt si manterra' per non piu' di una settimana in frigorifero, quindi non sono necessari gli accorgimenti che si prendono di solito per le lunghe conservazioni. Il vostro yogurt autoprodotto sara' poi la base di partenza per produrne dell'altro, quindi non pappatevelo tutto! Lasciatene un vasetto per farne dell'altro. Procuratevi una scatola di cartone in misura adatta a contenere i vasetti e una coperta o un maglione di lana con la quale avvolgerla.
Versate il latte in una pentola a bordi alti, portatelo ad ebollizione, abbassate la fiamma e fatelo sobbollire per 20/30 minuti, per far evaporare parte della sua acqua. Mescolate spesso ed eliminate la pellicina che si formera' via via: NON LECCATE IL CUCCHIAIO! Togliete dal fuoco e fate raffreddare fino ad una temperatura di 40/42 gradi: ci vorra' circa mezz'ora. Versate lo yogurt in una ciotola, diluitelo con qualche cucchiaio di latte tiepido e poi unitelo al latte nella pentola, mescolando molto bene per scioglierlo ed amalgamarlo completamente. Distribuite il contenuto della pentola in vasetti pulitissimi e asciutti e chiudeteli con i loro coperchi. Mettete i vasetti nella scatola di cartone, avvolgete la scatola nella coperta e mettete tutto il luogo tiepido per 6/12 ore. Conservate i vasetti in frigorifero per una settimana al massimo.



Ed ecco qui: il mio yogurt greco e il mio sciroppo di cranberry per una merenda tutta homemade!

...se volete farmi un regalo, non compratemi fiori o gioielli: regalatemi una mucca!!

34 commenti:

  1. Lo proverò sicuramente!!! Grazie per questa dritta...mi stimola pure qualche ricetta allo yogurt. Grazie. Ti confesso che non mi è mai andato di infilarmi nella saga dei fermenti (come in quella della pasta madre, lo sai), ma questa che mi hai dato è una ricetta stupenda e fattibile. Grazie!!!! Sei una fonte inesauribile di creazioni home-made...ma un libro da scriverci no??? Pensaci...
    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  2. ahahahahah...e ancora non ho cominciato con i rimedi della nonna per smacchiare, pulire e lucidare ogni superficie!! Il mio motto e': "Se puoi fartelo da sola, perche' comprarlo?"...Ti abbraccio anch'io.

    RispondiElimina
  3. Ahahahahah quel NON LECCATE IL CUCCHIAIO è la ciliegina sulla torta: ti adoro!!! :-D

    Oh ma alla fine questo è il metodo migliore!
    E' lo stesso che usava mia nonna, solo che non ho mai pensato di dividerlo in vasetti... perché non ci ho mai pensato? Perché sono rintronata, ecco perché.

    Kusjes! :-)))

    RispondiElimina
  4. E io adoro te e i tuoi commenti!! Ciao carissima, che bello quando mi vieni a trovare!! E' davvero il metodo delle nonne: mica avevano la yogurtiera loro!!

    RispondiElimina
  5. ottimo procedimento! qualche volta l'ho fatto anche io, poi alla fine sono sempre troppo pigra... peccato perché in realtà viene davvero buono e sicuramente è più sano di quello comprato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come fai a dire di essere pigra, con tutte le cose che fai?? Magari tutti i pigri fossero come te!!

      Elimina
  6. Fantastico!!!!! Non sembra troppo complicato!!! Forse ce la potrei fare pure io!!!!

    RispondiElimina
  7. Certo che ce la puoi fare...e ce la faresti anche se fosse complicatissimo!!

    RispondiElimina
  8. fantasticooooo
    pensa che io l'ho fatto per qualche mese con i fermenti...ma mi veniva troppo acido, non riuscivo a digerirlo!
    Il tuo come rimane, in fatto di acidità...?!
    Certo che ha un aspetto a dir poco meraviglioso...
    Un bacione e auguri per oggi, splendida donna!

    RispondiElimina
  9. E' dolcissimo Simo, come te! ;-)... ma molto dipende dallo yogurt che usi per la prima fermentazione. Auguri anche a te!! Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, io usavo il latte puro, coi fermenti...e usavo quello intero! ma era troooooppo acido! Proverò come te con quello greco, di jogurth....adoro quello 2%.
      baci cara!

      Elimina
  10. Con lo yogurt greco di partenza non ci ho mai provato, sarebbe il caso di ricominciare, il tuo è densissimo!!

    Buon we

    loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho provato con diversi tipi di yogurt, e quello greco mi da' i risultati migliori: ottengo uno yogurt denso, ma leggero, dalla grana finissima e assolutamente non acido. Io di solito lo mangio cosi', nature, ma e' ottimo con la frutta "acidella" e un cucchiaino di miele...

      Elimina
  11. ecco così lo voglio io...proprio cosììììì

    RispondiElimina
  12. mi piace quel "NON LECCATE IL CUCCHIAIO" !! io non c'è pericolo che lo faccia, non amo il latte bollito, ma lo yogurt si, e ti dirà che da qualche giorno lo sto usando, proprio il greco, che non avevo mia assaggiato, ma mi piace tanto, Quindi credo che approfitterò della tua ricetta. La mia scatola è mezzo kilo e mi devo portare avanti a toglierne una porzione.. quanto per un litro di latte?

    RispondiElimina
  13. Taci, io solo a vederla la pellicina del latte, ho il voltastomaco...Passo dal colino anche il latte tiepido, per paura di trovarmela in bocca...bleah!! Pero' so che a tanti piace e se la leccano dal cucchiaio, quindi ho voluto avvertire di non farlo. Anch'io compro i vasi da 500g e in un litro di latte ne metto una cup americana. Se non ce l'hai usa un normale bicchiere da tavola, tipo Nutella, per intenderci, pieno. Comunque non e' una scienza esatta e qualche grammo in piu' o in meno non compromettono il risultato finale. In ogni caso avrai un prodotto sempre diverso una volta con l'altra. Un abbraccione e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  14. Bene, diciamo più o meno 200 ml...
    E quando non la sopporto quella pellicinaaaa! Fin da piccola, prendevamo il latte dal fattore che aveva le mucche e quindi lo dovevamo bollire, filtravo tutto. Infine da grande, lo bevo rigorosamente freddo (e rigorosamente intero, in ricordo di quello del fattore, che era intero per davvero! chissà averne oggi per farci lo yogurt greco, che baffi!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...perche' credi che io voglia una mucca? Mica per portarla ai giardinetti col guinzaglio....

      Elimina
  15. Se ce la faccimao proviamoo a farlo anche noi lo yogurt cosi.
    ciao ciao e complimenti per il blog io mi aggiungo.
    emme

    RispondiElimina
  16. Benvenuti! Grazie della visita, del commento, dei complimenti e dell'iscrizione. Sono assolutamente sicura che ce la farete a fare lo yogurt e sara' buonissimo! a presto.

    RispondiElimina
  17. che goduria! voglio provarlo!

    RispondiElimina
  18. SALVE A TUTTI! CIAO ROBERTA SAI MI CHIAMO COME TE, STO PROVANDO QUESTA SERA A FARE IL TUO YOGURT, SPERIAMO BENE POI TI FARO SAPERE,CIAO E BUONA SERATA !

    RispondiElimina
  19. DIMENTICAVO IO NON HO LO YOGURT GRECO MA IL KIR, CHE DICI VA BENE UGUALMENTE? CIAO E GRAZIE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta, benvenuta e grazie della visita e del commento. Sono felice che la ricetta dello yogurt ti sia piaciuta e ti abbia fatto venire voglia di provarla. Purtroppo non ho mai provato a farla con il kir e quindi non ti so rispondere. Fammi sapere com'e' andata!! Ciao, a presto!!

      Elimina
  20. buongiorno a tutte!ciao Roberta purtroppo non ho avuto nessun risultato, oggi sto provando con un thermos, e uno yogurt "normale", e vedo come va, altrimenti domani proverò con il tuo greco (il greco non l'ho ancora comprato avevo solo il mio in casa)poi ti farò sapere come è andata. Quella dello yogurt è un'altra sfida in cui voglio vincere o almeno ci provo, anche perchè sembra abbastanza facile. ora ti saluto e grazie ancora della ricetta e del benvenuto ti farò sapere al più presto!! ciao e buona giornata! (qui piove! io abito a Valmontone in provincia di Roma). A proposito quella della mucca è fantastica ci farò un pensierino anche io per il mio prossimo compleanno! ciao

    RispondiElimina
  21. EVVIVA!!!!fantastico sono passate solo 3 ore e lo yogurt è già pronto, merito del thermos,tra un pò lo metto in frigo a raffreddare, visto che tanto nel giro di un giorno o due finisce perchè i miei cuccioli lo adorano con le fragole e con il cioccolato, il prossimo sarà con il greco, a proposito per chi vuole provare come ho fatto io, ho messo 2 cucchiai di yogurt in un lt di latte,Roberta se ti fa piacere nei prossimi giorni ai miei commenti, posso scrivere delle mie ricette per condividerle con tutte, ciao e grazie ancora!!! questo yogurt è una meraviglia!!!

    RispondiElimina
  22. Roberta ho assaggiato il Mio yogurt, ha un buon sapore, sa di latte e non è per niente acidulo, però in tanti sostengono che il giorno dopo è più buono e più compatto, ma è proprio vero? il tuo infatti è densissimo mentre il mio è come quello che di solito si compra, ciao da Roberta, un abbraccio a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho sempre fatto solo con lo yogurt greco, che e' piu' denso degli yogurt normali. Il prodotto che ottieni facendolo in casa, mantiene piu' o meno le caratteristiche delo yogurt che utilizzi per la prima fermentazione. Io poi metto un vasetto, 200 ml, di yogurt in 1 lt di latte, quindi molti piu' fermenti di quanti ce ne siano in 2 cucchiai: e' per quello che, gia' appena fatto, il mio yogurt e' molto denso. Il mio non diventa piu' denso stando in frigorifero. Comunque, ogni volta e' diverso dalla precedente, ma e' il bello del fatto in casa!! Continua a sperimentare e a tenermi aggiornata sui risultati. Se vuoi pubblicare delle ricette, mandamele via e-mail complete di foto: saro' felicissima di pubblicarle sul mio blog. Ma se ti piace cucinare e condividere le tue ricette, perche' non apri un blog anche tu? Se ci sono riuscita io...Comunque saro' felicissima di "ospitarti" mentre ci pensi...Un abbraccio anche da parte mia.

      Elimina
  23. ciao Roberta, sono Roberta, come va tutto bene? ho continuato a fare lo yogurt, avevi ragione con quello greco è più denso e più buono, però io ieri ci ho aggiunto mezzo vasetto normale perchè a noi piace un pò più deciso di sapore,comunque è grazie a te che ci ho provato, e il risultato e stato garantito e apprezzato, hai ragione sul blog , ma non so da dove iniziare perchè non essendo molto pratica mi sembra un mondo alieno, comunque grazie ancora e buona giornata ciao un abbraccio.

    RispondiElimina
  24. degnati almeno di rispondere!!! ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusami, ma sono in viaggio negli USA e non sempre ho una connessione a internet. Se ti va, quando rientro in Olanda posso darti una mano per il blog. Intanto ti rinnovo l'invito a pubblicare sul mio se vuoi. Un abbraccio, a presto.

      Elimina
  25. altrimenti scusami per l'intrusione, ciao e grazie ancora dei tuoi consigli.

    RispondiElimina
  26. Io preferisco non portare ad ebollizione il latte. Lo faccios calare fino a 80 gradi e non oltre. In questo modo il latte non bolle e lo yogurt risulterà più compatto.

    RispondiElimina